L’Università degli Studi del Molise attiva, oltre i Tirocini Curriculari, i Tirocini extracurriculari definiti anche Tirocini Formativi e di Orientamento (art. 25 comma 1 lett. a), LR 17/2005) che sono finalizzati ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra scuola e lavoro mediante una formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro.
Sono rivolti ai soggetti che hanno conseguito un titolo di studio (laurea, laurea magistrale, scuola di specializzazione, dottorato di ricerca, master universitario di primo e di secondo livello) presso l’Università degli Studi del Molise ed è finalizzato alla conoscenza diretta del mondo del lavoro.
La durata massima del tirocinio formativo e di orientamento è di 6 mesi e deve essere attivato entro 12 mesi dalla data di conseguimento del titolo (laurea, laurea magistrale, scuola di specializzazione, dottorato di ricerca, master universitario di primo e di secondo livello).
I tirocini formativi e di orientamento seguono la normativa della Regione in cui ha sede il tirocinio e per legge devono prevedere un’ indennità di partecipazione obbligatoria e non inferiore a 300 Euro.

Come attivare un tirocinio?

Stipula della convenzione
Per ospitare stagisti in tirocinio formativo e di orientamento (art. 18, L. n. 196/97), la struttura ospitante deve avere almeno un dipendente assunto a tempo indeterminato.
Il numero massimo di tirocinanti/stagisti da ospitare contemporaneamente varia in base ai dipendenti a tempo indeterminato assunti presso l'Azienda/Ente:

- fino a 5 dipendenti - 1 stagista
- da 6 a 19 dipendenti - 2 stagisti
- più di 20 dipendenti - numero stagisti pari al 10% dei dipendenti

L’indicazione del numero massimo di tirocinanti/stagisti ospitabili in azienda contemporaneamente non vincola l'azienda in fase di convenzionamento circa il numero di studenti/laureati da avviare presso le proprie strutture.
Solitamente la convenzione viene stipulata per la durata di 2 anni, con rinnovo tacito.
Il modulo di convenzione va stampato su carta non intestata, compilato in duplice copia originale e inviato mediante posta ordinaria o a mano al seguente indirizzo:
Università degli Studi del Molise
Settore ILO e Placement,
Via De Sanctis snc, II Edificio Polifunzionale - 86100 Campobasso
Per gli enti privati, è necessario applicare una marca da bollo su 1 (una) copia della convenzione.
La convenzione, sottoscritta dal Rettore o da un suo delegato, sarà inviata per posta ordinaria.
Emissione dell’offerta di stage
L’offerta di stage è il documento nel quale un soggetto convenzionato con l’Unimol può manifestare la disponibilità ad ospitare uno o più stagisti (compatibilmente con il numero dei dipendenti).
È importante che il modulo sia compilato in ogni sua parte, in modo tale che gli operatori del Settore ILO e Placement possano individuare con accuratezza i curricula corrispondenti alle esigenze aziendali.
Il documento va inviato mediante posta ordinaria o a mano al seguente indirizzo:
Università degli Studi del Molise
Settore ILO e Placement,
Via De Sanctis snc, II Edificio Polifunzionale - 86100 Campobasso
Per rendere l’offerta di stage più visibile, si può richiederne la pubblicazione sul sito web dell’Ateneo.
Incrocio domanda/offerta di stage (matching)
Acquisita l’offerta di stage, gli operatori dell’Ufficio Placement analizzano il profilo delineato dell’ente ospitante e selezionano dal proprio database i curricula dei candidati allo stage. Il criterio di selezione adottato non riguarda solo il fabbisogno aziendale, ma tiene conto anche delle preferenze e delle aspettative manifestate dai candidati al momento dell’iscrizione.
Dopo aver effettuato la selezione, si inviano i CV all’ente ospitante, il quale provvederà a contattare per un colloquio le persone che ritiene più interessanti.
A selezione avvenuta, stagista e tutor aziendale concordano gli obiettivi formativi e contattano nuovamente il Settore ILO e Placement per redigere il progetto formativo.
Dopo aver effettuato la selezione, si inviano i CV all’ente ospitante, il quale provvederà a contattare per un colloquio le persone che ritiene più interessanti. A selezione avvenuta, stagista e tutor aziendale concordano gli obiettivi formativi e contattano nuovamente il Settore ILO e Placement per redigere il progetto formativo.
Realizzazione del progetto formativo e di orientamento
Il progetto formativo e di orientamento è l'accordo tra l'Università, l'Ente Ospitante e lo stagista per l’attivazione dello stage.

Di seguito forniamo alcune indicazioni utili alla corretta compilazione del modulo del Progetto formativo e di orientamento:

PAGINA 1
- inserire il Settore ILO e Placement come Dipartimento/Ufficio di riferimento;
- il numero di convenzione e la data di stipula sono riferiti al protocollo interno dell’Ateneo e non vanno compilati;
- il tirocinante inserisce i propri dati personali, specificando che lo stage è extracurriculare (ovvero rivolto ai laureati da non più di 12 mesi oppure agli studenti che vogliano svolgere un tirocinio con funzione di orientamento al lavoro);
- l’ente ospitante deve insere i propri dati, ponendo particolare attenzione all'orario di accesso ai locali aziendali. Infatti, su questi tempi sarà basata l’assicurazione (a carico dell’Università) che garantisce la copertura allo stagista;
- se l’azienda non inserisce lo stage nell’ambito di progetti specifici (es. FIXO, Lavoro e Sviluppo, ecc.), si dovrà contrassegnare la dicitura “no progetti”.

PAGINA 2
- il periodo di stage non può superare i 6 mesi e, per consuetudine, si preferisce limitare a 3 mesi la durata minima. Non è necessario inserire il numero di ore previste (a meno che non si partecipi a qualche progetto che richieda il conseguimento di uno specifico monte-ore);
- le date di inizio e conclusione dello stage devono essere concordate, oltre che tra azienda e stagista, con l’Ufficio Placement (sono previsti dei tempi tecnici per l'istruttoria delle pratiche;
- l’Ente ospitante deve specificare se si utilizzeranno apparecchiature informatiche o attrezzature speciali;
- l’attribuzione del tutor didattico spetta all’Università (soggetto promotore);
- il tutor aziendale, designato dall'Ente ospitante, è la persona che seguirà lo stagista nelle varie fasi dell’esperienza di stage, monitorandone le attività e attestandone la quotidiana frequenza sul libretto diario,
- gli obiettivi e le modalità dello stage sono frutto dell’accordo tra Ente Ospitante e stagista, ma è importante non inserire delle mansioni o dei task che prevedano una prestazione lavorativa. Infatti, le attività sono svolte in affiancamento o, al limite, a supporto di un operatore al fine di raggiungere lo scopo dello stage, cioè la formazione (gli obiettivi da conseguire devono prevedere l’acquisizione o l’implementazione di specifiche competenze).

Il progetto così compilato e firmato dall’azienda e dallo stagista in doppia copia originale, dovrà essere inviato mediante posta ordinaria o consegnato a mano:
Università degli Studi del Molise
Settore ILO e Placement,
Via De Sanctis snc, II Edificio Polifunzionale – 86100, Campobasso
Allegato ad una copia del progetto formativo, dovrà essevi il modulo sulla privacy, copilato e firmato dello studente/laureato.
Appena ricevuti i documenti, gli operatori dell’Ufficio Placement li pongono alla firma del Rettore e del Direttore Amministrativo. Quindi, una copia verrà archiviata, mentre l’altra verrà inviata all’Ente ospitante (il quale provvederà ad effettuare la comunicazione obbligatoria presso il Centro per l’impiego). A questo punto, lo stage può avere inizio.