Coordinamento del Corso: Prof. Giuseppe MAIORANO

Descrizione e obiettivi del corso

Il Corso di Dottorato Internazionale, centrato sul sistema agroalimentare ed ambientale codificato in Horizon 2020, ha come obiettivi inerenti l’agricoltura sostenibile, la sicurezza e qualità degli alimenti, il benessere animale, la green economy e il diritto ambientale.

E’ articolato in 3 curricula:

  • Produzione e Protezione sostenibile delle piante;
  • Scienze, Tecnologie e Biotecnologie degli Alimenti;
  • Benessere Animale, Biotecnologie e Qualità delle Produzioni Zootecniche.

E’ la prosecuzione dei Corsi di Laurea di I e II livello (Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze e Tecnologie Alimentari e Scienze e Tecnologie Ambientali e Forestali) attivati dal Dip. Agricoltura, Ambiente e Alimenti (DiAAA).

Formerà competenze specifiche per: lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile per garantire, mediante nuovi mezzi biotecnici e biotecnologici, sicurezza, qualità e salubrità degli alimenti di origine vegetale e animale, scorte alimentari e la tutela del suolo e dell’ambiente; elaborare, valutare e monitorare progetti di ricerca e innovazione del settore agroalimentare. Gli obiettivi formativi del Corso mirano a rispondere alle esigenze della ricerca di base e soprattutto della ricerca applicata (v. note nei curricula).

Il Dottorato prevede corsi, seminari e workshop anche sulle soft skills (gestione di finanziamenti, risorse finanziarie e umane, gestire informazioni, capacità di programmare, reperire finanziamenti, redigere progetti di ricerca e innovazione, problem solving).

 

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Gli sbocchi occupazionali sono previsti nel settore della ricerca e della formazione presso le Università e gli Enti di ricerca pubblici e privati (CNR, CREA, ISS, ENEA, etc.), nel sistema delle imprese agroalimentari e zootecniche e nella pubblica amministrazione (Enti locali, Camere di commercio, Ministeri, Assessorati, ASL, Scuola).

La previsione si basa sui confortanti risultati dei numerosi dottori di ricerca, formati dai presistenti corsi di dottorato afferenti al Dipartimento, dal VIII ciclo a tutt’oggi, che hanno trovato qualificati sbocchi occupazionali presso Università, CNR, EX CRA, Ministeri, Aziende, Enti di ricerca privati e Scuola.

Ulteriori opportunità scaturiscono dai nuovi ambiti produttivi derivanti dagli indirizzi di Horizon 2020; attinenti, per esempio:

  1. ai nuovi sistemi di difesa della produzione agricola, basati sull’impiego di nuove tecnologie alternative all’uso delle sostanze chimiche, che possono generare start up e spin off;
  2. al Focus “Sustainable Food Security”, riguardanti i sistemi di produzione, le caratteristiche salutistiche e funzionali degli alimenti e la sicurezza alimentare;
  3. all’innovazione per favorire lo sviluppo rurale e combattere l’impoverimento di aree destinate alle produzioni agroalimentari, anche mediante adeguate azioni di politiche agricole.