Requisiti per l'ammissione e prove d'esame

REQUISITI DI AMMISSIONE

Per l’iscrizione alla Sezione A (Biologo) occorre il possesso della :

  •  laurea, conseguita secondo il previgente ordinamento, in:

Scienze Biologiche

 

  • laurea specialistica (nuovo ordinamento) in una delle seguenti classi:

classe 6/S – Biologia;

classe 7/S – Biotecnologie agrarie;

classe 8/S – Biotecnologie industriali;

classe 9/S – Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;

classe 82/S – Scienze e Tecnologie per l’ambiente e il territorio;

classe 69/S – Scienze della nutrizione umana.

 

  •  laurea magistrale (nuovo ordinamento) in una delle seguenti classi:

Classe LM-6 Biologia

Classe LM-7 Biotecnologie agrarie

Classe LM-8 Biotecnologie industriali

Classe LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche

Classe LM-61 Scienze della nutrizione umana

Classe LM-75 Scienze e tecnologie per l”ambiente e il territorio

 

Per l’iscrizione alla Sezione B (Biologo Junior) :

  • diploma universitario triennale, conseguito secondo il previgente ordinamento, in:

Analisi chimico-biologiche

Biologia

Biotecnologie industriali

Tecnici in biotecnologie

Tecnico dello sviluppo ecocompatibile

Tecnico sanitario di laboratorio biomedico

 

  • laurea, conseguita in base all’ordinamento introdotto dalla legge 127/97, in delle seguenti classi:

classe 12 – Scienze biologiche

classe 1 – Biotecnologie

classe 27 – Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura

L-2 Biotecnologie

L-13 Scienze biologiche

L-32 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura


 

PROVE D’ESAME

  • Per l’iscrizione alla Sezione A (Biologo), l’esame di Stato è articolato nelle seguenti prove (art. 32 c,2 DPR 5.06.2001, n.328):
  1. una prima prova scritta in ambito biofisico, biochimico, biomolecolare, biotecnologico, biomatematico e biostatistico, biomorfologico, clinico biologico, ambientale, microbiologico;
  2. una seconda prova scritta nelle materie relative a igiene, management e legislazione professionale, certificazione e gestione della qualità;
  3. una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte ed in legislazione e deontologia professionale;
  4. una prova pratica consistente in valutazioni epidemiologiche e statistiche, utilizzo di strumenti per la gestione e valutazione della qualità, valutazione dei risultati sperimentali ed esempi di finalizzazione di esiti.

       N.B. : Secondo quanto previsto dall’art.7 dell’Ordinanza Ministeriale (MIUR) del 30 marzo 2017,  i possessori dei titoli conseguiti secondo l’ordinamento previgente alla riforma di cui al decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, e ai relativi decreti attuativi, svolgono le prove degli esami di Stato secondo le disposizioni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328.

  • Per l’iscrizione alla Sezione B (Biologo Junior), l’esame di Stato è articolato nelle seguenti prove (art. 32 c,2 DPR 5.06.2001, n.328):
  1. una prima prova scritta in ambito biofisico, biochimico, biomolecolare, biomatematico e statistico;
  2. una seconda prova scritta in ambito biomorfologico, ambientale, microbiologico, merceologico;
  3. una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte ed in legislazione e deontologia professionale;
  4. una prova pratica consistente nella soluzione di problemi o casi soerenti con i diversi ambiti disciplinari e nella esecuzione diretta o con mezzi informatici di esperimenti relativi agli ambiti disciplinari di competenza.