Gli Igienisti di UniMol protagonisti nel panorama nazionale. Così come riportato nel numero 44 di IGIENISTI ON LINE (www.igienistionline.it), sono stati definiti i Board Ristretti dei Gruppi nazionali di lavoro della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (S.It.I.) per il biennio 2014-16.

Dei 16 Gruppi individuati, tre vedono la partecipazione di docenti della nostra Università.

Giancarlo Ripabelli, Ordinario di Igiene presso il Dipartimento di Medicina e di Scienze della Salute, è stato nominato componente del Gruppo Italiano di Studio di Igiene Ospedaliera (GISIO), che vede tra le sue attività principali la formazione e la ricerca in tema di sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all’Assistenza (ICA); tali attività si esplicano anche tramite la collaborazione con lo “European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC)” di Stoccolma e la predisposizione di progetti ad hoc con il Centro nazionale per la prevenzione e il Controllo delle Malattie (CCM).

Il prof. Ripabelli è stato, inoltre, incluso nel Board del Gruppo di lavoro “Genomica in Sanità Pubblica”, che fornisce supporto alla governance delle politiche sanitarie in tema di “Public Health Genomics” e mira ad applicare le conoscenze derivanti da studi di epidemiologia genetica nel contesto della medicina predittiva.

Michela Lucia Sammarco, Ricercatore di Igiene sempre presso il Dipartimento di Medicina e di Scienze della Salute, è stata inclusa nel Board ristretto del Gruppo di lavoro “Alimenti”, che annovera tra le proprie attività istituzionali la valutazione di problematiche scientifiche e organizzative dei Servizi di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN), afferenti ai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali, come anche la predisposizione di proposte da integrare nel nuovo piano della prevenzione e nei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Infine, di particolare interesse saranno le attività tecnico-scientifiche relative all’EXPO Milano 2015.

Oggi, dunque, è più che mai indispensabile consolidare e sviluppare questo risultato.

Questo ennesimo ed importante riconoscimento non solo pone l’accento sulla qualità degli studi e dell’attività di ricerche dell’area medica Unimol, ma rappresenta anche l’insieme di un traguardo ed un punto di partenza, oltreché una occasione importante ed una tangibile opportunità di collaborazione, condivisone e visione d’insieme.