Normativa Comunitaria
http://www.pariopportunita.gov.it/index.php/normativa-comunitaria/230-principi-fondamentali

Normativa Nazionale
Costituzione della Repubblica Italiana – articoli 3, 4, 32, 35, 36, 37, 97;
Legge 20 maggio 1970, n.300 – “Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento”;

Articolo 16 del Decreto del Presidente della Repubblica in data 23 agosto 1988, n. 395 recante la definizione, in sede di contrattazione di comparto, delle misure e dei meccanismi atti a consentire una reale parità uomo – donna nell’ambito del pubblico impiego;

Articoli 1, 3, 7, 40, 43 e 57 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n.165 – “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”;

Articoli  13, 15, 36, 37, 38, 43, 46 e 48 Decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198 - “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna” ai sensi dell’art. 6 della legge 28 novembre 2005, n. 246, come modificato dal decreto legislativo 25 gennaio 2010, n. 5 recante l’attuazione della Direttiva 2006/54/CE del Parlamento Europeo riguardante il principio delle pari opportunità e della parità di trattamento uomo – donna in materia di occupazione e impiego;

Direttiva dei Ministri per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e per le Pari Opportunità 23 maggio 2007 – “Misure per attuare parità e pari opportunità tra uomini e donne nelle amministrazioni pubbliche”;

Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni recante disciplina in materia della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;

Decreto legislativo 3 agosto 2009, n. 106 recante disposizioni integrative e correttive in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
Articoli 1, 3, 8, 9, 13 e 14  del Decreto Legislativo 27 dicembre 2009, n. 150 recante attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni;

Articolo 21 della Legge 4 novembre 2010, n. 183 recante semplificazioni e razionalizzazioni in tema di pari opportunità, benessere di chi lavora e assenza di discriminazioni nelle amministrazioni pubbliche;

Circolare 18 novembre 2010 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali recante l’approvazione delle indicazioni necessarie alla valutazione del rischio da stress lavoro-correlato di cui all’art. 28, comma 1 bis, del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche.