Senato Accademico è l’organo responsabile dell’indirizzo, della programmazione e dello sviluppo delle attività didattiche e di ricerca dell’Ateneo.

In particolare, il Senato Accademico:

  • concorre con il Rettore a garantire il rispetto dei principi di autonomia e libertà di insegnamento e di ricerca;
  • delibera sulle modifiche di Statuto, previo parere favorevole del Consiglio di Amministrazione espresso a maggioranza assoluta dei componenti;
  • formula proposte ed esprime pareri obbligatori in materia di ricerca, di didattica e di servizi agli studenti;
  • formula proposte ed esprime pareri obbligatori in materia di istituzione, attivazione, modifica o soppressione dei corsi di studio, delle sedi, dei Dipartimenti, dei Centri e delle eventuali strutture di raccordo;
  • formula proposte ed esprime pareri obbligatori in relazione al documento di programmazione triennale di Ateneo;
  • individua i criteri per la distribuzione delle risorse materiali e finanziarie tra le strutture didattiche e scientifiche;
  • individua i criteri per la distribuzione del personale docente, dei ricercatori a tempo determinato e del personale tecnico tra le strutture didattiche e scientifiche;
  • individua i criteri di ripartizione dei fondi di ricerca tra le varie aree scientifiche;
  • individua i criteri di ripartizione dei fondi per la gestione ordinaria dei Dipartimenti e dei Centri;
  • esprime parere obbligatorio sul bilancio di previsione annuale, triennale e sul conto consuntivo;
  • promuove le forme di attuazione del diritto allo studio nell’ambito delle competenze proprie dell’Università;
  • esprime parere obbligatorio sui cirteri generali di determinazione delle tasse e dei contributi degli studenti;
  • svolge funzioni di coordinamento con i Dipartimenti e con le strutture di raccordo;
  • svolge attività di promozione, indirizzo e coordinamento delle attività di cooperazione scientifica e tecnica a livello locale, nazionale e internazionale;
  • approva i regolamenti relativi alle attività didattiche e di ricerca, compresi quelli dei Dipartimenti e delle strutture di raccordo, a maggioranza assoluta dei suoi componenti, previo parere favorevole del Consiglio di Amministrazione e sentiti i Dipartimenti, nonchè il Consiglio degli studenti per quanto di competenza;
  • approva il Regolamento generale di Ateneo a maggiornanza assoluta dei suoi componenti, previo parere favorevole del Consiglio di Amministrazione e sentiti i Dipartimenti, nonchè il Consiglio degli studenti per quanto di competenza;
  • approva il Codice etico;
  • decide, su proposta del Rettore, sulle violazioni del Codice etico qualora non sia competente il Collegio di disciplina;
  • approva il calendario accademico;
  • designa un componente del Consiglio di Amministrazione tra i docenti, i ricercatori a tempo determinato, gli studenti e il personale tecnico-amministrativo scelto attraverso la presentazione di candidature secondo modalità individuate dal regolamento generale di Ateneo;
  • esprime pareri su tutte le altre materie a esso sottoposte dal rettore;
  • esercita tutte le altre attribuzioni che gli sono demandate dalla vigente normativa, dallo Statuto e dai regolamenti di Ateneo.